Jacob Blake e Kyle Rittenhouse: ritratto di un razzismo radicato


Jacob Blake, l’uomo nero colpito alla schiena dalla polizia nello stato americano del Wisconsin, sarebbe stato rilasciato dalle manette mentre era in ospedale.

La polizia di Kenosha aveva detto che il signor Blake era in stato di fermo per precedenti mandati e che le manette erano la politica.

Il suo avvocato ha detto ai media statunitensi che questi mandati erano stati annullati e che gli ufficiali di guardia a Blake se ne erano andati.

Il signor Blake è rimasto paralizzato dopo essere stato colpito sette volte dalla polizia e non è chiaro se camminerà di nuovo.

Nel frattempo, un’udienza in tribunale per un adolescente accusato di aver ucciso due persone durante i disordini per la sparatoria di Blake è stata ritardata di un mese.

Kyle Rittenhouse, 17 anni, avrebbe dovuto comparire davanti a un tribunale di Lake County, Illinois, per un’udienza su una richiesta di estradizione in Wisconsin. Ma un giudice ha rinviato al 25 settembre l’udienza per l’estradizione.

Il signor Rittenhouse non è apparso durante la breve videoconferenza di venerdì.

Affronta sei accuse penali, tra cui omicidio intenzionale di primo grado, omicidio sconsiderato di primo grado e possesso di un’arma pericolosa di età inferiore ai 18 anni.

Il signor Rittenhouse è difeso da un importante studio legale i cui clienti hanno incluso l’avvocato personale del presidente Donald Trump Rudolph Giuliani e l’ex consigliere di Trump Carter Page.

La sparatoria del signor Blake nella città di Kenosha ha scatenato manifestazioni lì e in altre città degli Stati Uniti. È stato relativamente tranquillo nelle ultime due notti.

Il sindaco di Kenosha John Antaramian ha detto venerdì che il coprifuoco in tutta la città rimarrà in vigore per tutto il fine settimana.

Ci sono più di 1.000 truppe della Guardia Nazionale schierate a Kenosha e altre in arrivo, hanno detto le autorità.

Il padre di Mr Blake, Jacob Blake Senior, ha parlato con i giornalisti dopo aver visitato suo figlio in ospedale.

“Odio vederlo sdraiato in quel letto con le manette”, ha detto, citato dal Chicago Sun-Times. “Non può andare da nessuna parte. Perché lo hai ammanettato al letto?”

Venerdì, l’avvocato di Blake, Patrick Cafferty, ha detto ai media statunitensi che Blake è stato rilasciato dalle manette e che i mandati in sospeso contro di lui erano stati lasciati liberi. Il sig. Cafferty non ha risposto a una richiesta immediata di commento.

Alla domanda all’inizio della giornata se il signor Blake fosse detenuto in ospedale, il capo della polizia di Kenosha, Daniel Miskinis, ha detto ai giornalisti che era sotto la sorveglianza di una “agenzia di forze dell’ordine esterna” e non ha fornito ulteriori commenti sullo stato del signor Blake.

Gli avvocati di Blake hanno detto che ci vorrà “un miracolo” per tornare a camminare.

Il tenente Eric Klinkhammer, del dipartimento dello sceriffo della contea di Kenosha, ha dichiarato: “Il signor Blake è in stato di fermo per precedenti mandati criminali. La nostra politica indica che tutte le persone in custodia al di fuori della nostra struttura carceraria devono essere garantite con restrizioni”.

Il governatore del Wisconsin Tony Evers, interrogato dai giornalisti se era preoccupato che Blake fosse stato ammanettato al suo letto, ha detto: “Diavolo sì”.

“Non avrei alcuna comprensione personale del motivo per cui sarebbe necessario”, ha detto. “Certamente ha già pagato un prezzo orribile, gli hanno sparato sette o otto volte alla schiena”.

I membri della famiglia di Blake avrebbero dovuto partecipare a una manifestazione di alto profilo per i diritti civili a Washington venerdì. È stata stimolata da mesi di disordini per la brutalità della polizia contro i neri.

Giovedì l’American Civil Liberties Union (ACLU) ha chiesto le dimissioni immediate del capo della polizia e dello sceriffo della contea di Kenosha, accusandoli di difendere la “supremazia bianca” e di “demonizzare le persone che sono state uccise per aver esercitato i loro diritti del Primo Emendamento e aver parlato contro la violenza della polizia”.

Il sindaco Antaramian ha detto venerdì che non cercherà le dimissioni dello sceriffo della contea di Kenosha David Beth o del capo della polizia Daniel Miskinis.

“Quando si guarda a ciò che è accaduto, tutti stanno facendo il meglio che possono nella situazione in cui si trovano”, ha detto.

Le circostanze che hanno portato alla sparatoria di Mr Blake sono ancora oggetto di indagine.

Il procuratore generale del Wisconsin Josh Kaul ha detto che gli agenti sono stati chiamati a un indirizzo dopo che una donna ha riferito che “il suo ragazzo era presente e non avrebbe dovuto essere lì”.

Mentre era lì, gli agenti hanno cercato di arrestare il signor Blake, inizialmente usando un taser contro di lui. Dopo che il signor Blake ha aperto la portiera della macchina, l’agente Rusten Sheskey – che è stato nel dipartimento di polizia di Kenosha per sette anni – ha sparato sette colpi alla schiena del signor Blake.

“Nessun altro ufficiale ha sparato con la propria arma”, ha detto Kaul. Il signor Kaul ha aggiunto che gli agenti “hanno recuperato un coltello dal pianale del guidatore” dell’auto. Nessun’altra arma è stata trovata nel veicolo.

Da allora Rusten Sheskey e un altro ufficiale sono stati messi in congedo amministrativo.

Per ritornare al discorso di Kyle Rittenhouse, il diciassettenne aveva detto ai giornalisti che era “il suo lavoro” proteggere gli edifici di Kenosha dai manifestanti. Armato e calmo, in un’intervista, dice di essere arrivato «ad aiutare». «Qui ci sono persone che si stanno facendo male, e noi vogliamo proteggerle. Io voglio aiutare le persone, se qualcuno si fa male io gli vado incontro per aiutarlo. Per questo ho un’arma. Proteggo ovviamente anche me stesso: ho con me anche un kit di pronto soccorso».

I video sui social media sembravano mostrare un uomo con un fucile inseguito da una folla prima che cadesse a terra e sembrasse sparargli.

Joseph Rosenbaum, 36 anni e Anthony Huber, 26 anni, sono morti entrambi nell’incidente. Gaige Grosskreutz, anche lei 26 anni, è rimasta ferita.

Il signor Rittenhouse è stato arrestato mercoledì a casa di sua madre ad Antiochia, Illinois.

Alla domanda su come il signor Rittenhouse sia riuscito a lasciare la scena senza essere arrestato dalle autorità, il capo Miskinis ha detto che “non c’era nulla che suggerisse che questo individuo fosse coinvolto in un comportamento criminale”.

“C’erano molte persone nella zona”, ha detto Misikinis, aggiungendo che non pensava che fosse un errore di giudizio aver permesso al signor Rittenhouse di andarsene.

Potrebbe Piacerti Anche

Lascia un commento

* Utilizzando questo modulo accetti la memorizzazione e la gestione dei tuoi dati da questo sito web.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com