Il caso asilo “La rondine”: un esempio eclatante di quello che non doveva e non dovrà più essere

La posizione del PSI Parma sulla questione del nido “La Rondine”

All’indomani dei comunicati e degli articoli usciti sulla stampa sull’asilo La rondine prendiamo
atto con amarezza che quanto sta accadendo sia l’ennesimo scontro fra poveri che
sicuramente poteva essere evitato e che non dovrà più riproporsi nel futuro.

Nello specifico, essendo il Psi parte integrante delle Amministrazioni dei Comuni fornitori
del servizio, pur non condividendola pienamente, consapevoli delle regole di democrazia
interna abbiamo votato coi nostri rappresentanti la scelta che è stata fatta, la quale – visti i
tempi ormai ristrettissimi – era l’unica possibile per garantire alle famiglie che ne hanno la
necessità una soluzione immediata per un servizio essenziale.

Come abbiamo più volte ribadito su questa tematica, per quanto ci compete questo non
accadrà più.

E’ infatti necessario affrontare le tematiche legate al welfare con una urgenza diversa e
con un deciso cambio di visione e di prospettiva per evitare che per l’ennesima volta vada
in scena la commedia degli equivoci tra i tifosi della gestione pubblica e quelli della
gestione privata.

Questo a tutela di tutti i nostri cittadini ma soprattutto del personale pubblico e del privato
sociale – a cui va tutta la nostra solidarietà – che rischiano di pagare sulla loro pelle un
prezzo che a loro non compete.

Con la comparsa del Covid-19, l’organizzazione del welfare che i nostri territori si sono
storicamente dati è stata investita da una crisi pesantissima mai affrontata prima, destinata
a lasciarci in eredità una società completamente diversa quando l’emergenza sarà
passata.

Il fenomeno di portata globale nel quale siamo immersi provoca cambiamenti strutturali,
già evidenti davanti ai nostri occhi e che non possiamo non considerare da subito nell’amministrare.

Per interpretare e comprendere lo scenario che ci aspetta, a partire dai modi in cui come
persone stiamo reagendo alla eccezionalità di questi giorni, bisognerà fare uno sforzo di
rivisitazione di modelli e di organizzazione delle cose che si davano per scontate e che
così non dovrà più essere.

L’emergenza Covid ha dimostrato che i servizi essenziali legati alla salute ed alla persona
non possono prescindere da un indirizzo ed un controllo pubblico indipendentemente da
come poi vengano declinati o gestiti (con personale pubblico o attraverso il rapporto con il
privato).

La gestione educativa – ed il modello che i Comuni dell’Unione Pedemontana fino ad ora
si sono dati per la erogazione di questi servizi – è pienamente investita da queste
tematiche, come lo sono l’assistenza agli anziani, ai disabili ed alle persone in condizioni
di necessità.

E’ ovvio ed evidente a tutti che l’Azienda Pedemontana Sociale è stata lo strumento ideale
ed imprescindibile per affrontare e risolvere tutte le tematiche di rilevanza sociale poste dai
Comuni dell’Unione Pedemontana in questo periodo – e sono state tantissime.

E’ ovvio ed evidente a tutti che l’Azienda Pedemontana Sociale potrà e dovrà essere
quello strumento – a controllo pubblico – altrettanto efficace da utilizzare per affrontare e
risolvere tutte le tematiche di rilevanza educativa poste e che si andranno a porre in futuro
ai Comuni dell’Unione Pedemontana in questo contesto.

Chiediamo pertanto ai Sindaci dei Comuni dell’Unione Pedemontana di avviare da subito
un nuovo studio di fattibilità per la strutturazione di un servizio educativo alla collettività in
capo all’Azienda Pedemontana Sociale, servizio che si vada ad affiancare a quelli già
forniti dall’azienda a pieno e diretto indirizzo e controllo pubblico.

Chiediamo inoltre che sulle tematiche legate alla riqualificazione dei servizi alle persone
ed alle famiglie si avvii da subito un confronto di natura politica e programmatica a livello di
Unione Pedemontana.

COORDINAMENTO PSI UNIONE PEDEMONTANA PARMENSE

Potrebbe Piacerti Anche

Lascia un commento

* Utilizzando questo modulo accetti la memorizzazione e la gestione dei tuoi dati da questo sito web.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com