Vincenzo De Luca indagato per falso e truffa

La vicenda comincia una mattina di settembre del 2017, quando l’auto del presidente Vincenzo De Luca, che stava andando contromano in una via di Salerno, urtò uno scooter con a bordo una ragazza di 22 anni.

Dopo l’incidente, ne seguirono polemiche politiche, sia per la norma che consentiva alla vettura del presidente di percorrere quel tratto di strada a controsenso, sia per l’autista. L’autista infatti era un ex vigile urbano passato alle dipendenze della regione proprio quando De Luca è diventato governatore.

La procura di Napoli ha aperto un fascicolo a riguardo. Secondo quanto scritto su La Repubblica, il presidente della Campania Vincenzo De Luca risulta indagato per i reati di falso e truffa. I pm ipotizzano che abbia favorito il suo autista e altri tre ex vigili urbani inserendoli come membri del suo staff delle relazioni istituzionali in Regione.

Il governatore, riferisce il quotidiano romano, è già stato interrogato dagli inquirenti a ridosso del lockdown. E in quell’occasione ha scelto di rispondere a tutte le domande per dare la sua versione dei fatti. L’obiettivo della difesa è quello di dimostrare che non c’è stata alcuna violazione della legge, né che sono stati sperperati soldi dei contribuenti (la vicenda sarebbe stata segnalata anche alla Corte dei Conti). L’ipotesi è che il presidente abbia promosso gli agenti dandogli un ruolo all’interno del suo staff con l’obiettivo di garantire loro un’indennità extra di 4.600 euro lordi all’anno.

Si tratta dell’ennesima mancetta clientelare data a chi, molto probabilmente, ha svolto una campagna elettorale a favore dello “sceriffo”. Ma, purtroppo, sembra che si tratti dell’ennesima caccia alle streghe, di sicuro il buon De Luca non ha la faccia da martire, ma non esiste una legge che vieti il presidente di Regione a scegliere i propri collaboratori. Se si circonda di gente più o meno competente è un suo problema, ma la domanda che mi faccio è: serviranno davvero tutti questi collaboratori al presidente di Regione? Perché la politica non smantella tutti gli sprechi che ci sono? Si vuole ridurre la rappresentanza perchè si tratta di, a parer di alcuni, una spesa inutile, ma quando si tratta di tagliare stipendi e privilegi pare si vada incontro ad un tabù sacrilego.

Potrebbe Piacerti Anche

Lascia un commento

* Utilizzando questo modulo accetti la memorizzazione e la gestione dei tuoi dati da questo sito web.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com