L’impegno ideale e il pragmatismo politico di Claudio Signorile

Claudio Signorile compie 83 anni ed è stata certamente una figura chiave e fondamentale quando Bettino Craxi assunse la Segreteria Nazionale del Psi e divenne Presidente del Consiglio.

Pugliese, si laureò in lettere ed insegnò Storia. Iniziò la militanza nel Partito Socialista Italiano a 19 anni nel 1956 ricoprendo prima l’incarico di segretario nazionale della Federazione giovanile socialista fino al 1965. Fu un dirigente politico seguace di Riccardo Lombardi e divenne il leader della sinistra quando ci fu la svolta del Midas con il Comitato centrale che elesse Craxi a Segretario Nazionale.

Al congresso di Torino nel 1978 fu eletto vicesegretario del partito, nel quale assunse l’incarico di responsabile della politica economica. Nel 1978 fu tra i protagonisti attivi nella vicenda Moro quando tentò in tutti i modi di trovare il bandolo della matassa per consentire la liberazione del Presidente della Dc rapito dalle Brigate Rosse.

Dal 1981 al 1983, nei governi Spadolini e Fanfani, fu Ministro per gli interventi straordinari nel Mezzogiorno. Durante tale incarico promosse l’ultima Conferenza nazionale del Mezzogiorno, nella quale venne definito il percorso per la riforma ed il superamento dell’intervento straordinario.

Portò avanti la realizzazione di progetti speciali come gli “itinerari turistici e culturali del Mezzogiorno”, e “Tecnopoli”. Dal 1983 al 1987, sotto la presidenza del Consiglio Craxi, è stato Ministro dei trasporti. In questa veste ha promosso la riforma delle Ferrovie dello Stato (legge 210/1985) costituendo l’ente economico che ha razionalizzato la rete ferroviaria e ha costituito un potenziamento delle tratte commerciali e regionali.

In tal senso vi fu un taglio e una riduzione dei cosiddetti “rami secchi”,sottoutilizzati che procurò vaste critiche da parte dei dipendenti delle Ferrovie. Avviò i programmi dell’Alta Velocità e dispose la produzione del nuovo materiale rotabile ferroviario.

Si deve a lui  il Piano generale dei trasporti (legge 245/1984) il cui comitato tecnico fu presieduto dal Premio Nobel Wassily Leontief. Fece varare nella Comunità europea, durante la Presidenza italiana, il Master Plan comunitario dei trasporti (1985), che costituì l’asse portante della strategia europea dei corridoi comunitari. Stipulò un famoso codice di autoregolamentazione dei sindacati e delle aziende di trasporto (1984) che migliorò in modo considerevole le relazioni industriali nel settore. Definì interventi di ampliamento e ammodernamento degli aeroporti di Fiumicino e Malpensa (legge 449/1985) e avviò il processo di liberalizzazione delle gestioni aeroportuali. Autorizzò  la gestione autonoma dell’aeroporto di Venezia (legge 938/1986), Genova, Bari, Brindisi. Recependo la direttiva comunitaria, liberalizzando i voli interregionali passeggeri e merci nel Paese e nella CE (DPR 669/1985). Rese obbligatorio l’uso del casco protettivo per motociclisti (legge 3/1986), che ridusse di oltre il 50% la mortalità per incidenti su due ruote.

La sua carriera politica fu interrotta bruscamente nel 1988 quando scoppiò lo “scandalo delle lenzuola d’oro” e fu accusato insieme al suo segretario Rocco Trane di aver percepito delle tangenti per 720 milioni di lire per la concessione di un appalto per la fornitura della biancheria destinata ai vagoni letto delle Ferrovie dello Stato. Fu rinviato a giudizio e successivamente assolto nel 1996.

Nel 2004 fondò il Movimento di Unità Socialista, caratterizzando il suo impegno politico nel ricongiungimento di tutti i socialisti. Nel 2005 ha aderito ai progetti unitari avanzati dal partito dei Socialisti Democratici Italiani entrando nella segreteria nazionale del nuovo progetto radical-socialista, la Rosa nel pugno.

Nel 2007 ha promosso, insieme a Ottaviano Del Turco, la partecipazione di un gruppo di socialisti (“Alleanza Riformista”) alla fase costituente del Partito Democratico, senza assumervi alcun ruolo militante. Da queste breve considerazioni si evince che è una personalità di pensiero e azione, intelligente e pragmatica. Auguri di lunga vita a Claudio Signorile. 

Potrebbe Piacerti Anche

Lascia un commento

* Utilizzando questo modulo accetti la memorizzazione e la gestione dei tuoi dati da questo sito web.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com