Incendi in Oregon: mezzo milione di persone fuggono da un inferno infuocato

Secondo le autorità, più di mezzo milione di persone nello stato americano dell’Oregon stanno fuggendo da incendi mortali che imperversano nel Pacifico nord-occidentale.

Ventilati da venti insolitamente caldi e secchi, dozzine di incendi stanno spazzando lo stato, e almeno uno viene trattato come sospetto incendio doloso.

Il governatore Kate Brown ha detto che il numero esatto di vittime non è ancora noto, anche se almeno quattro sono stati confermati.

Più di 100 incendi stanno attualmente bruciando 12 stati degli Stati Uniti occidentali.

Le più colpite sono Oregon, California e Washington, dove intere città sono state distrutte.

Circa 4,4 milioni di acri sono stati rasi al suolo, secondo il National Interagency Fire Center, un’area più grande del Connecticut e leggermente più piccola del Galles.

Lo scienziato del clima Daniel Swain ha detto al New York Times che è stato “davvero scioccante” vedere così tanti incendi grandi e distruttivi bruciare contemporaneamente.

“Ho parlato con forse due dozzine di esperti di incendio e clima nelle ultime 48 ore e praticamente tutti sono a corto di parole. Non c’è sicuramente niente nella memoria vivente di questa portata”.

Giovedì sera, l’Oregon Office of Emergency Management ha confermato gli ultimi dati sull’evacuazione, che ammontano a oltre il 10% dei 4,2 milioni di abitanti dello stato.

Il governatore Kate Brown, una democratica, ha dichiarato: “Non abbiamo mai visto una tale quantità di incendi incontrollati in tutto lo stato … Questo non sarà un evento occasionale. Sfortunatamente, è il campanello d’allarme del futuro. impatti acuti del cambiamento climatico”.

Le vittime in Oregon includono un ragazzo di 12 anni e sua nonna, che sono morti in un incendio vicino a Lyon, a 110 km a sud di Portland.

Wyatt Tofte, il suo cane e sua nonna Peggy Mosso sono morti nell’auto di famiglia nel tentativo di sfuggire alle fiamme. La madre del bambino è stata gravemente ustionata.

Rich Tyler, portavoce dell’ufficio del maresciallo dei vigili del fuoco dell’Oregon, ha dichiarato all’agenzia di stampa Reuters: “Ogni incendio viene indagato per la possibilità di incendio doloso, in modo che possiamo determinarlo o escluderlo”.

Uno degli incendi più distruttivi, l’incendio di Almeda, che è scoppiato ad Ashland vicino al confine con la California, viene considerato sospetto. È stato collegato ad almeno due morti e ha distrutto centinaia di case nelle città di Phoenix e Talent.

Ma le voci secondo cui gli incendi nell’area della contea di Douglas sarebbero stati appiccati da attivisti “antifascisti” di sinistra o da membri del gruppo di estrema destra Proud Boys sono state smentite dalla polizia.

Gli incendi hanno anche provocato evacuazioni di massa nella periferia di Portland, la città più grande dell’Oregon. Secondo il quotidiano Portland Tribune, l’inquinamento in città giovedì è stato classificato come più alto al mondo, sopra Jakarta, Indonesia; Delhi, India; e Lahore, Pakistan.

Potrebbe Piacerti Anche

Lascia un commento

* Utilizzando questo modulo accetti la memorizzazione e la gestione dei tuoi dati da questo sito web.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com