Conte: “Se perdiamo la sfida sul Recovery Fund avete il diritto di mandarci a casa!”

Il premier Conte, in visita a Norcia, si rivolge agli studenti: “Eravate in attesa di un nuovo istituto. Mi avete chiesto un impegno ed è nato un percorso fatto insieme grazie a uno sforzo collettivo. Siete doppiamente sofferenti per il sisma e per la pandemia. Questi sono i giorni della ripartenza. Siete il futuro, massimo sforzo per voi”

Il presidente del Consiglio  ha visitato a sorpresa la nuova scuola superiore temporanea “De Gasperi- Battaglia” di Norcia.

Il premier si era occupato in prima persona del progetto dopo che a inizio anno, prima del lockdown, la preside Rosella Tonti, insieme a una delegazione di alunni e docenti era andata Palazzo Chigi per protestare sulla lentezza dei lavori. In quell’occasione Conte si era impegnato per portare a termine il cantiere in pochi mesi.

“Eravate in attesa di un nuovo istituto. Mi avete chiesto un impegno ed è nato un percorso fatto insieme grazie a uno sforzo collettivo, una sfida impegnativa. Voi mi avete scritto ‘siamo il futuro’ e noi abbiamo il diritto di pretendere il meglio. Avete ragione, dobbiamo dedicare i massimi sforzi per voi. E’ l’anno della fiducia, il momento della ripartenza”.

Se il governo perde la sfida del Recovery Fund “avete il diritto di mandarci a casa”. Così il premier Giuseppe Conte in visita a Norcia. Rivolgendosi agli studenti, Conte ha aggiunto: “Eravate in attesa di un nuovo istituto. Mi avete chiesto un impegno ed è nato un percorso fatto insieme grazie a uno sforzo collettivo. Siete doppiamente sofferenti per il sisma e per la pandemia. Questi sono i giorni della ripartenza”.

Inseguito, ha elogiato il discroso fatto ieri dal capo dello Stato: “Bene Mattarella, scuola non sia luogo di polemiche. Ho apprezzato le parole del presidente Mattarella ieri quando ha detto che la scuola non deve essere un luogo di polemiche. E’ l’ennesima sfida che il nostro Paese sta affrontando e sono convinto, sono fiducioso, che anche a questa riusciremo a rispondere in modo assolutamente positivo. A vincerla tutti insieme”.

E infine, dopo essersi preso i meriti della scuola, rilancia dicendo: “Se il governo dovesse perdere la sfida del Recovery Fund avete il diritto di mandarci a casa”. In effetti questa per Conte è la prova più dura, anche se significa aspettare ancora un bel po’ prima di vedere i frutti del loro operato.

Potrebbe Piacerti Anche

Lascia un commento

* Utilizzando questo modulo accetti la memorizzazione e la gestione dei tuoi dati da questo sito web.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com