Trump riceve una lettera contenente veleno di ricina

Un pacchetto contenente veleno di ricina indirizzato al presidente degli Stati Uniti Donald Trump è stato intercettato prima che raggiungesse la Casa Bianca, hanno detto funzionari ai media statunitensi.

La lettera è stata scoperta in una struttura di screening per la posta della Casa Bianca all’inizio di questa settimana, hanno detto i funzionari.

Hanno detto che una sostanza trovata all’interno della busta è stata identificata come ricina, un veleno che si trova naturalmente nei semi di ricino.

L’amministrazione Trump deve ancora commentare i rapporti.

Il Federal Bureau of Investigation (FBI) e il Secret Service stanno indagando sulla provenienza del pacco e se altri siano stati inviati tramite il sistema postale statunitense.

“In questo momento, non è nota alcuna minaccia alla sicurezza pubblica”, ha detto sabato l’FBI alla CNN in una dichiarazione.

Un funzionario ha detto al New York Times che gli investigatori ritengono che il pacco sia stato inviato dal Canada. I rapporti dicono che la presenza di ricina è stata confermata dopo i test dell’FBI.

La Royal Canadian Mounted Police (RCMP) ha detto sabato che stava lavorando con l’FBI per indagare sulla “lettera sospetta inviata alla Casa Bianca”.

La ricina viene prodotta dalla lavorazione dei semi di ricino. È una sostanza letale che, se ingerita, inalata o iniettata, può causare nausea, vomito, emorragie interne e infine insufficienza d’organo.

Non esiste un antidoto noto per la ricina. Se una persona è esposta alla ricina, la morte può avvenire entro 36-72 ore, a seconda della dose ricevuta, secondo i Centers for Disease Control and Prevention (CDC) degli Stati Uniti.

Il CDC ha detto che il veleno – che è stato usato in complotti terroristici – può essere trasformato in un’arma sotto forma di polvere, nebbia o pallina.

La Casa Bianca e altri edifici federali sono stati l’obiettivo dei pacchetti di ricina in passato.

Nel 2014, un uomo del Mississippi è stato condannato a 25 anni di carcere per aver inviato lettere spolverate di ricina all’ex presidente Barack Obama e ad altri funzionari.

Quattro anni dopo, nel 2018, un ex veterano della Marina è stato accusato di aver inviato lettere tossiche al Pentagono e alla Casa Bianca.

Potrebbe Piacerti Anche

Lascia un commento

* Utilizzando questo modulo accetti la memorizzazione e la gestione dei tuoi dati da questo sito web.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com