Gli Stati Uniti superano il tragico traguardo di 200.000 morti per COVID-19

Martedì il bilancio delle vittime della diffusione del coronavirus negli Stati Uniti ha superato le 200.000, il numero di gran lunga più alto di qualsiasi altra nazione.

Gli Stati Uniti, su una media settimanale, stanno avendo circa 800 vittime ogni giorno a causa del virus. Questo è in calo rispetto al picco di 2.806 morti giornaliere registrate il 15 aprile.

Durante i primi mesi della pandemia, 200.000 decessi furono considerati da molti il ​​numero massimo di vite che probabilmente andrebbero perse negli Stati Uniti a causa del virus.

Lunedì, il presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha dichiarato di aver svolto un lavoro fenomenale sulla pandemia che ha infettato quasi 6,9 milioni di americani.

“Non colpisce praticamente nessuno. È una cosa incredibile”, ha detto Trump ai sostenitori in una manifestazione elettorale di Swanton, Ohio, lunedì sera. “Colpisce … le persone anziane con problemi cardiaci e altri problemi – se hanno altri problemi è fatale, questo è tutto”.

Trump ha ammesso di aver minimizzato il pericolo del coronavirus sin dall’inizio perché non voleva “creare il panico”.

A sole sei settimane dalle elezioni del 3 novembre, Trump è dietro il rivale democratico Joe Biden a livello nazionale in tutti i principali sondaggi di opinione ed è testa a testa negli stati chiave. La gestione di Trump della pandemia e della conseguente recessione economica ha minato la sua posizione tra molti elettori.

Trump ha spesso messo in dubbio i consigli di esperti scientifici su tutto, dai tempi di un vaccino alla riapertura di scuole e aziende fino a indossare una maschera. Inizialmente, si era rifiutato di imporre la mascherina obbligatoria a livello nazionale e ha tenuto grandi manifestazioni politiche in cui pochi indossavano maschere.

Robert Redfield, direttore dei Centri statunitensi per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC), ha recentemente dichiarato al Congresso che una maschera per il viso fornirebbe una protezione più garantita rispetto a un vaccino, che sarebbe ampiamente disponibile solo entro “fine secondo trimestre, terzo trimestre 2021”.

Trump ha confutato la tempistica per il vaccino e ha affermato che potrebbe essere disponibile nel giro di poche settimane e prima delle elezioni del 3 novembre.

Biden, ha messo in guardia contro il rilascio affrettato di un vaccino, dicendo: “Sia chiaro: mi fido dei vaccini, mi fido degli scienziati, ma non mi fido di Donald Trump”.

L’istituto sanitario dell’Università di Washington prevede che i decessi per il coronavirus raggiungeranno 378.000 entro la fine del 2020, con il numero di morti giornaliere che salirà alle stelle a 3.000 al giorno a dicembre.

Oltre il 70% di coloro che negli Stati Uniti hanno perso la vita a causa del virus avevano più di 65 anni.

Gli stati meridionali del Texas e della Florida hanno contribuito al maggior numero di morti negli Stati Uniti nelle ultime due settimane e sono stati seguiti dalla California.

California, Texas e Florida – i tre stati più popolosi degli Stati Uniti – hanno registrato il maggior numero di infezioni da coronavirus e hanno da tempo superato lo stato di New York, che è stato l’epicentro dell’epidemia all’inizio del 2020. Il paese nel suo complesso sta segnalando oltre 42.000 nuovi infezioni in media ogni giorno e la scorsa settimana i casi sono aumentati su base settimanale dopo essere diminuiti per otto settimane consecutive.

Secondo un’analisi, i decessi sono aumentati del 5% la scorsa settimana dopo essere scesi per quattro settimane consecutive.

Sei su 10.000 residenti negli Stati Uniti sono morti a causa del virus uno dei tassi più alti tra i paesi sviluppati.

Il Brasile segue gli Stati Uniti nel numero di morti complessive dovute al virus, con oltre 137.000 morti. L’India ha avuto il più alto tasso di mortalità giornaliera del mondo nell’ultima settimana con un totale di morti che si avvicina ora a 100.000.

Potrebbe Piacerti Anche

Lascia un commento

* Utilizzando questo modulo accetti la memorizzazione e la gestione dei tuoi dati da questo sito web.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com