Pompeo mette in guardia l’Italia sull’influenza economica della Cina

Il segretario di Stato americano di Pompeo Mike Pompeo, in visita a Roma, ha dichiarato di essere preoccupato per i piani della Cina di estendere la propria influenza economica in Italia.

Gli Stati Uniti hanno ripetutamente sollecitato l’Italia, sede di diverse grandi basi militari statunitensi, a non approfondire i legami con la Cina e Pompeo ha affermato di aver ribadito il messaggio durante gli incontri con il ministro degli Esteri italiano Luigi Di Maio.

“Il ministro degli Esteri ed io abbiamo avuto una lunga conversazione sulle preoccupazioni degli Stati Uniti al Partito Comunista Cinese cercando di sfruttare la sua presenza economica in Italia per servire i propri scopi strategici”, ha detto Pompeo in una conferenza stampa congiunta.

“Gli Stati Uniti sollecitano inoltre il governo italiano a considerare attentamente i rischi per la sua sicurezza nazionale e per la privacy dei suoi cittadini presentati dalle società tecnologiche con legami con il Partito della Comunità cinese”.

Di Maio ha affermato che l’Italia è rimasta pienamente impegnata nei confronti dei suoi partner occidentali e ha compreso la posizione degli Stati Uniti.

“Sulla questione del 5G, ho detto al segretario Mike Pompeo che siamo ben consapevoli delle preoccupazioni del nostro alleato gli Stati Uniti e ci rendiamo pienamente conto della responsabilità che ogni paese deve affrontare quando si tratta di sicurezza”, ha detto Di Maio.

L’Italia ha voltato le spalle a Washington l’anno scorso, quando è diventata la prima grande economia occidentale ad aderire al progetto infrastrutturale internazionale della Cina, la Belt and Road Initiative. Tuttavia, il legame ha prodotto finora pochi vantaggi economici. Avverte l’Italia sull’influenza economica della Cina.

Potrebbe Piacerti Anche

Lascia un commento

* Utilizzando questo modulo accetti la memorizzazione e la gestione dei tuoi dati da questo sito web.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com