Il presidente Trump minimizza il virus all’uscita dall’ospedale

Di Alessia Messanico

Il presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha fatto un ritorno teatrale alla Casa Bianca per continuare il suo trattamento per il coronavirus dopo una degenza in ospedale durata tre notti.

Il signor Trump, che è ancora contagioso, si è tolto la maschera sul balcone della Casa Bianca, mentre posa per le foto.

Il suo medico ha detto che avrebbe continuato il trattamento da lì e che “potrebbe non essere ancora del tutto fuori pericolo”.

Negli ultimi giorni anche diversi collaboratori di Trump sono risultati positivi al virus.

Restano interrogativi sulla gravità della malattia di Trump dopo un fine settimana di dichiarazioni contrastanti.

Gli Stati Uniti hanno avuto 7,4 milioni di casi di Covid-19 e 210.000 decessi.

Lunedì sera prima della sua partenza dall’ospedale, il presidente ha detto agli americani in un tweet di non temere la malattia: “Non abbiate paura del Covid. Non lasciate che domini la vostra vita”.

Il signor Trump ha detto: “Mi sento meglio di 20 anni fa!!”

Ha anche twittato: “Torneremo presto sul sentiero della campagna!!!”

La diagnosi di Trump ha ribaltato la sua campagna per un secondo mandato, meno di un mese prima che il presidente repubblicano affronti lo sfidante democratico Joe Biden alle elezioni presidenziali.

Indossando un completo blu scuro, cravatta e maschera, Trump è uscito dal Walter Reed National Military Medical Center nei sobborghi di Washington DC agitando il pugno.

“Grazie mille a tutti”, ha detto, ignorando le domande dei media, incluso un giornalista che ha chiesto: “Sei un super spreader (untore), signor Presidente?”

Dopo il breve giro in elicottero, il signor Trump è stato fotografato da solo sul balcone di Truman della Casa Bianca. Si è tolto la maschera protettiva, prima di fare un pollice in su e un saluto in stile militare.

Un paio d’ore dopo, ha twittato una clip in stile campagna del suo ritorno impostato su musica eccitante.

Il signor Trump ha anche registrato un videomessaggio al popolo americano, esortandolo a tornare al lavoro.

“Lo batterete [coronavirus]”, ha detto loro. “Abbiamo le migliori attrezzature mediche, abbiamo i migliori farmaci, tutti sviluppati di recente”.

Ha aggiunto: “Saremo in prima linea. Come tuo leader, dovevo farlo. Sapevo che c’era il pericolo, ma dovevo farlo. Mi sono distinto e ho guidato”.

Anche Trump ha ipotizzato: “Adesso sto meglio, forse sono immune, non lo so”.

Ha anche promesso che i vaccini sarebbero “in arrivo”, anche se i Centri statunitensi per il controllo delle malattie hanno affermato che nessun vaccino dovrebbe essere ampiamente disponibile prima della metà del prossimo anno.

Dopo il ritorno di Trump alla Casa Bianca, il suo sfidante democratico Joe Biden si è detto “contento” che il presidente si fosse ripreso.

Ma poi ha criticato Trump, dicendo: “Chiunque contragga il virus essenzialmente dicendo che le maschere non contano, le distanze sociali non contano, penso che sia responsabile di ciò che accade loro”.

Secondo le linee guida sulla salute pubblica degli Stati Uniti, Trump dovrebbe rimanere in isolamento fino a 10 giorni dopo la comparsa dei primi sintomi. La Casa Bianca afferma che il presidente ha iniziato ad apparire malato giovedì sera e in seguito è risultato positivo.

Donald Trump, nel suo video messaggio, dice di aver superato il coronavirus e che puoi farlo anche tu.

Nel suo videomessaggio dalla Casa Bianca, un Trump senza maschera dice al pubblico americano: “Non aver paura. Lo batterai”.

E così prende forma il messaggio del presidente nelle ultime settimane della sua campagna di rielezione. Ha contratto il coronavirus perché era un leader e “doveva farlo”.

“Nessuno che sia un leader non farebbe quello che ho fatto io”, ha detto.

È un messaggio quasi messianico nelle sue sfumature, che il resto del suo partito sta amplificando. Il presidente ha sofferto e vinto e condurrà la nazione verso una terra promessa oltre il virus.

L’editorialista del New York Post Miranda Devine, citata su Twitter dal presidente, ha detto che Trump tornerà sul sentiero della campagna come un “eroe invincibile”. Il senatore della Georgia Kelly Loeffler ha twittato un video di Trump che affronta un antagonista con la testa di virus.

C’è un rischio politico e personale per il presidente, ovviamente. Potrebbe avere una ricaduta o difficoltà mediche a lungo termine. Gli americani che hanno perso i propri cari a causa della malattia possono trovare le sue parole e le sue azioni sconsiderate o offensive.

Il presidente, tuttavia, sembra determinato a trasformare la sua recente debolezza in un punto di forza.

Potrebbe Piacerti Anche

Lascia un commento

* Utilizzando questo modulo accetti la memorizzazione e la gestione dei tuoi dati da questo sito web.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com